Il presidente dell’Apct Diego Tomasulo espone tutta la sua felicità su uno dei tanti prodotti di eccellenza della nostra filiera: il grano

Il presidente dell’Apct Diego Tomasulo espone tutta la sua felicità su uno dei tanti prodotti di eccellenza della nostra filiera: il grano

Dal nostro presidente Diego Tomasulo un pensiero sulla mietitura del grano, prodotto di eccellenza locale che fa parte della tradizione dell’Associazione Produttori Colline Toscane.

“E’ luglio,  il mese della mietitura e della speranza, si parliamo davvero di fecondità e di amore, nonché di cose genuine oltre che di bontà infinita come il Grano Toscano . La spighe si piegano sotto il loro peso. All’occhio, l’evidenza sensibile, si associa l’analisi di laboratorio: viene prelevato un campione dal campo e si analizzano indurimento del chicco e tasso d’umidità. L’ultimo è il dato più importante: chicchi maturi al punto giusto che non sviluppino muffe e marciumi e producono farine a dir poco meravigliose.

Se il responso è positivo, entrano in azione i mietitori; ed è per questo motivo che i nostri Soci dell’ Azienda Bio-Agricola Bertoli-Pastificio e Mulino Sul Lago, Podere Guiducci, Azienda Agricola Roberto Romagnoli, Podere Ribaldaccio, Azienda Agricola Bellavista lavorano da quando il sole è alto fino all’imbrunire, prima dell’umidità della sera.

Il raccolto del grano avviene nove mesi dopo la semina, come la gestazione umana, un’attesa lunga e irta di pericoli come tempeste, pioggia forte, siccità, grandine e tanta tanta fatica. Tutto questo produce il grano migliore, si proprio così, il grano Toscano Biologico di cui la famiglia Bertoli che ci ha fornito le immagini finalizza producendo una pasta dai sapori speciali oltre che genuini. Oltre alla pasta vengono prodotte tante altre leccornie che provengono da questo strepitoso frumento. Gli altri produttori della nostra filiera producono grani buoni di tradizione per poi trasformare in pane, schiacciate e tanto altro”